Castellammare. Si indaga sulle scritte apparse in città, crolla per ora la ”storia” di Mario Pantacollant

Castellammare di Stabia. Una storia commuovente che ha dimostrato il gran cuore degli stabiesi però falsa. E’ durato tutto poco meno di 24 ore il triste racconto su “Mario Pantacollant” oggetto di scritte nei pressi del liceo scientifico di Castellammare di Stabia. Questa mattina i militari di Castellammare di Stabia, agli ordini del maggiore Donato Pontassuglia, si sono recati a scuola per degli accertamenti su quanto raccontato in un post Facebook, post poi scomparso dopo qualche ora, dopo essere stato ripreso da alcune testate giornalistiche tra cui la nostra. Sulla vicenda, molto delicata, indagano i Carabinieri del Comando Compagnia di Castellammare di Stabia. Si cerca una risposta a queste scritte, una delle quali comparsa almeno sei mesi fa e le altre, invece, sarebbero più recenti. Importante sarà capire se “Mario Pantacollant” esista veramente e che sia stato il bersaglio di minacce o intimidazioni oppure si tratti di una causalità di eventi che hanno creato una vera e propria fake news. Nonostante tutto è da sottolineare il gran cuore degli stabiesi che, ancora una volta, nei momenti di difficoltà, si sono dimostrate persone generose e pronte ad aiutare chi è in difficoltà.