Salerno. Ancora una vittima sul lavoro: 23enne muore folgorato da una scarica elettrica

Lavorava al montaggio di una serra agricola quando un incidente sul lavoro gli ha tolto la vita a ventitré anni. E’ accaduto ieri mattina a Santa Cecilia di Eboli, sulla statale 18. Il decesso per folgorazione è un prima ipotesi che è trapelata dall’esame esterno sulla salma di Michael Gutta, operaio siciliano in trasferta nella Piana del Sele, impiegato in un’azienda sicula che aveva firmato un contratto di subappalto per il montaggio di alcune serre agricole. Gli operai che erano con lui lo hanno caricato in auto e portato subito all’ospedale di Eboli e dal primo verdetto il cuore del ragazzo era fermo. Alle 11,56 è stato dichiarato il decesso. Gli operai all’esterno hanno compreso il dramma all’arrivo dei carabinieri. La salma di Michael Gutta è stata trasferita nell’obitorio dove in tarda mattinata è giunto il medico legale. Il pm D’Alitto, titolare dell’indagine, disporrà l’esame autoptico sulla salma del ventitreenne. In procura a Salerno, al momento, si indaga contro ignoti.