Juve Stabia, dal possibile fallimento estivo ai sogni di gloria: le Vespe stanno facendo sognare una città intera

La Juve Stabia ha iniziato la stagione nel miglior modo possibile. I numeri parlano chiaro: 7 partite, sei vittoria e una sconfitta in Tim Cup contro l’Hellas Verona per 4-1 ma contro una squadra di categoria superiore. Per quanto riguarda la propria categoria sono arrivate solo vittorie, ultima ieri sera contro la Casertana per 2-0, partita valida per il derby di Coppa Italia serie C. Il percorso in campionato è assolutamente perfetto, punteggio pieno con 12 gol fatti e solo due subiti con una partita da recuperare rispetto al Trapani capolista a 13 punti.
Questa è la descrizione dell’inizio stagione di una società che fino a pochi mesi non era sicura nemmeno di iscriversi al campionato. I dubbi erano tanti e a Castellammare era tornata la paura di un possibile e nuovo fallimento societario. Il presindente Manniello era sull’orlo di lasciare tutto per i tanti, forse troppi soldi spesi in questi ultimi anni. Ma in extremis, ecco che arriva l’accordo con Felice Ciccone, il quale diventa il nuovo presidente delle Vespe e socio di maggioranza, mentre Manniello diventa presidente onoriario e socio di minoranza della società.
Nonostante l’iscrizione all’ultimo secondo, sulla società incombono comunque problemi di natura finanziara con la Lega che vorrebbe vederci più chiaro sulla questione fideiussioni. Per fortuna, tutto però si è concluso nel migliore dei modi. E il tutto ha dato anche una carica positica alla squadra che sta volando e pungendo in ogni partita, proprio come fanno le vespe. Ma come dice una nota canzone di un grande cantautore, il bello deve ancora venire, perché purtroppo siamo solo ad ottobre e trarre delle conclusioni ora sarebbe un errore gravissimo. Fabio Caserta, il suo staff e tutti i suoi calciatori sanno benissimo di dover continuare su questa lunghezza d’onda perché fermarsi ora non avrebbe senso. La piazza stabiese ha voglia di continuare a sognare, ha voglia di tornare nel calcio che conta, dove merita di stare. E la sensazione di quest’anno è che questo sogno chiamato Serie B non è del tutto impossibile, Catania permettendo.
Tutto è affidato, dunque, a Mastalli e compagni che già dalla prossima trasferta di Catanzaro vorranno continuare a vincere e convincere tutti gli scettici che la Juve Stabia sarà protagonista in tutta la stagione.