Milano, Sala furioso: “Gente a spasso sui Navigli, o si cambia da oggi o da domani chiudo tutto”

La FASE DUE che da qualche giorno sta lentamente facendo tornare alla normalità lo Stivale non rassicura diversi sindaci italiani. Giuseppe Sala, sindaco di Milano, ha rilasciato importanti dichiarazioni in merito alla situazione: “O le cose cambiano oggi, non domani, è un ultimatum, o io domani andrò a Palazzo Marino e prenderò provvedimenti. Chiudo i Navigli e chiudo l’asporto di bar e ristoranti. Quando c’è da ringraziare i milanesi per il loro comportamento virtuoso io sono sempre il primo a farlo. Ma se questo è uno dei momenti in cui c’è da infuriarsi: le immagini lungo i Navigli sono vergognose“. Lo sfogo del primo cittadino milanese dipenderebbe proprio dalle situazione denotata sui Navigli, con diversi assembramenti rilevati dalle telecamere. “Poi lo spiegate voi ai baristi ed ai ristoratori perchè chiudo tutto -ha continuato Sala- non è un gioco, non è guardia e ladri. Usiamo la testa, la nostra città ha 1,4 milioni di abitanti e 1.700 chilometri di strade. Senza testa c’è l’1% dei milanesi e non permetterò che questa misera percentuale metta in difficoltà il 99% della popolazione”.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità